L’azienda riconferma il suo impegno per promuovere il benessere olistico delle comunità, coinvolgendo anche i consumatori attraverso una campagna in 70 punti vendita Coop in Italia

 

Il Covid-19 ha reso gli italiani più poveri e in questo contesto, sempre più urgente e drammatico, si consolida l’impegno di solidarietà di Kellogg per essere sempre più vicina alle fasce più fragili della popolazione.  Da maggio 2021 Kellog ha raggiunto più di 3 milioni di persone appartenenti alle fasce più fragili della popolazione in Europa e donato cibo per un valore di 3,2 milioni di euro.

In Italia, nel solo anno 2021 Kellogg ha raggiunto oltre 136mila persone e donato circa 59 tonnellate di cibo.

L’ultima iniziativa in senso cronologico consentirà di raggiungere 10mila persone appartenenti alle fasce più vulnerabili della popolazione attraverso le strutture caritative convenzionate con il Banco Alimentare su tutto il territorio nazionale che forniranno alimenti pari a 100 colazioni per un intervallo di tempo di 100 giorni.

All’iniziativa è associata una campagna per il coinvolgimento dei consumatori che prenderà il via ad inizio giugno e proseguirà fino a metà giugno in 70 punti vendita Iper e Super Coop Alleanza 3.0 presenti in Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Puglia e Veneto.

Attraverso l’acquisto di prodotti Kellogg’s selezionati (Special K, All-Bran e Nice Mornings), i consumatori potranno unirsi all’impegno di solidarietà di Kellogg, aiutando a donare a Banco Alimentare.

Attraverso l’invio di un SMS contenente i dati dello scontrino di acquisto, i consumatori avranno anche l’opportunità di vincere una fornitura di prodotti Kellogg’s.

“Siamo felici e grati di essere nuovamente al fianco di Kellogg Italia con questa nuova campagna – ha detto Giovanni Bruno, Presidente Fondazione Banco Alimentare Onlus – soprattutto in questo momento di incertezza e profonda crisi in cui le persone in difficoltà continuano ad aumentare. Grazie al prezioso aiuto da parte di aziende di prim’ordine come Kellogg, la Rete Banco Alimentare potrà rispondere in modo concreto alle migliaia di richieste di aiuto che giungono ogni giorno sempre più numerose.

Banco Alimentare ha nel proprio DNA la collaborazione con le imprese soprattutto agro-alimentari, e iniziative come questa non possono far altro che rafforzare la nostra alleanza con il mondo delle aziende”.

Siamo orgogliosi di poter contribuire ad aiutare gli italiani in difficoltà in questo momento così critico – dichiara Giuseppe Riccardi, General Manager Kellogg Italia. In linea con i valori del nostro fondatore W. K. Kellogg, riconfermiamo il nostro impegno di solidarietà a vantaggio delle fasce più vulnerabili della popolazione. Un impegno a cui diamo concretezza grazie alla partnership di lungo periodo con Fondazione Banco Alimentare Onlus, e che siamo lieti di rinnovare nel 2022 con questo nuovo progetto che darà la possibilità anche ai consumatori di contribuire in modo attivo.