In crescita la spesa IT e in particolare i progetti destinati al cloud nel 2021 raggiungendo oltre i 4 miliardi di dollari secondo l’agenzia AksjeBloggen

Il COVID-19 e la spesa globale IT nel 2021 supererà oltre i 4 miliardi di dollari, stando ai dati diffusi da AksjeBloggen, mentre i progetti software e basati su cloud rappresenteranno il 50% dei budget IT totali.

Nonostante il COVID-19 abbia ridotto la spesa IT globale lo scorso anno, molte imprese sono state costrette ad aumentare i propri budget IT per adeguarsi a nuovi requisiti operativi per organizzare il lavoro da casa di una importante percentuale dei propri dipendenti.

Secondo i dati presentati da Acom, la spesa IT globale dovrebbe riprendersi in modo significativo e raggiungere oltre quattro miliardi, come sostenuto. Cioè il 6% in più rispetto a prima della pandemia. Si prevede che i progetti software e hosting/cloud rappresenteranno quest’anno oltre il 50% dei budget IT totali.

 

Calano i budget hardware, crescono i budget software e cloud

Secondo un sondaggio Ziff Davis di Spiceworks, lo scorso anno i progetti hardware hanno rappresentato un terzo dei budget IT tra gli acquirenti di tecnologia aziendale, con differenze a seconda delle dimensioni dell’azienda. Le aziende più piccole, che impiegano da 1 a 99 persone, hanno destinato il 35% del loro budget all’hardware, rispetto al 29% delle aziende con cinquemila dipendenti o più.

I progetti software hanno rappresentato il 29% dei budget IT totali. I progetti ospitati/basati su cloud e i progetti di servizi gestiti sono seguiti con una quota rispettivamente del 22% e del 15%.

Tuttavia, la crisi del COVID-19 ha causato cambiamenti significativi nella spesa IT globale, con il denaro assegnato ai budget hardware che scorreva lentamente in altre aree.

Sebbene i budget hardware continueranno a detenere la quota maggiore nella spesa IT nel 2021, la loro quota di mercato dovrebbe scendere al 31% nel 2021, rispetto al 35% nel 2019. Le statistiche mostrano che la maggior parte delle aziende, ovvero il 20%, prevede di spendere il proprio hardware budget per l’acquisto di laptop quest’anno, in aumento rispetto al 17% nel 2020. Desktop e server sono destinati a registrare un calo della domanda, mentre le appliance di sicurezza e lo storage esterno aumenteranno leggermente la loro quota nella spesa totale.

Il software rappresenta la seconda categoria più grande con una quota del 29% nella spesa IT complessiva, la stessa del 2020. Il sondaggio ha anche rivelato che tutti i prodotti e i servizi di questa categoria dovrebbero mantenere o aumentare la loro quota nella spesa IT totale.

Circa il 12% delle aziende prevede di utilizzare il proprio budget software per l’acquisto di software di produttività, rispetto al 10% dell’anno scorso. Le app specifiche del settore si sono classificate al secondo posto, con una quota del 12% sulla spesa totale.

Le statistiche mostrano che i servizi ospitati/cloud, in quanto terza categoria più grande, rappresenteranno il 24% della spesa IT totale nel 2021, rispetto al 21% nel 2019. Segue la spesa per i servizi gestiti con una quota del 16% nel 2021, rispetto al 14% due anni fa.

Backup online, soluzioni di ripristino e software di produttività online occupano i primi posti nella spesa per i servizi cloud

La crescita nella categoria cloud ha portato a una massiccia adozione di app per la produttività, cloud storage e soluzioni di comunicazione, tutte rilevanti nel mondo post-COVID-19 in cui lavorare da casa è la nuova normalità.

Tuttavia, le statistiche mostrano che le soluzioni di backup e ripristino online e il software di produttività online continueranno a detenere i primi posti nella spesa per servizi in hosting/cloud, con una quota del 25% combinata. Seguono l’hosting di posta elettronica e l’hosting web con una quota rispettivamente del 9% e dell’8%.

Analizzate per settore, le aziende dei servizi IT prevedono di destinare il 32% della loro spesa tecnologica complessiva ai budget cloud nel 2021, un valore molto superiore alla media del 24% tra tutti i settori. Circa l’11% dei loro budget cloud sarà speso per Infrastructure-as-a-service, rispetto a una media del 6% tra tutti i settori.