L’impresa a guida autonoma si prepara al digital 2.0

Enabling the Autonomous Digital Enterprise

L’automazione dei dati e dei processi è il principale obiettivo per una digital transformation a livello globale e non solo dipartimentale, che sviluppi velocemente nuovi modelli operativi

“Enabling the Autonomous Digital Enterprise” è il titolo del prossimo evento di IDDC organizzato in partnership con BMC Software e i suoi partner. Appuntamento il 18 marzo.

Il BMC Day indirizzerà i temi fondamentali per la rinascita post covid e la prossima normalità.

Agilità, centralità del cliente e l’intelligence sono gli elementi che ,distingueranno le aziende le quali avranno saputo investire con successo nella trasformazione digitale da quelle costrette ancora a inseguire.

Entro il 2022, affermano in IDCID C il 70% delle organizzazioni avrà accelerato l’uso delle tecnologie digitali, migliorando i processi aziendali attuali per promuovere flessibilità e resilienza, oltre a coinvolgimento dei clienti e capacità di usare e gestire i dati.

La trasformazione digitale è ormai entrata nell’era 2.0, sostengono gli analisti di IDC, pertanto il valore dei dati sta guadagnando sempre più attenzione da parte delle aziende, tant’è che l’intelligence è ormai un fattore critico per determinare il grado di competitività sui mercati delle aziende. Analogamente, l’automazione sta permeando le operazioni e i processi decisionali, aiutando a concepire informazioni utili per creare elementi di differenziazione ad alto valore per servizi e prodotti.

I suddetti analisti, in recenti sondaggi hanno mostrato che l’importanza dell’automazione per la gestione dei dati e dei processi è oggi al primo posto tra le organizzazioni che perseguono la trasformazione digitale a livello globale e non soltanto dipartimentale.

Anche la scalabilità e l’agilità ,infine, diventano sempre più importanti: tecnologie e metodologie chiave come Big Data, AI, DevOps e cloud giocano un ruolo sempre più critico per la modernizzazione delle applicazioni aziendali, che devono evolvere al ritmo del business lungo tutta la filiera del valore.

L’obiettivo principale dell’era 2.0 della trasformazione digitale è raggiungere l’innovazione su larga scala e compiere progressi verso l’impresa del futuro, in grado di sviluppare velocemente nuovi modelli operativi e adottare altrettanto velocemente tecnologie abilitanti, specificano gli analisti di IDC.

Fra i partecipanti i di questo momento di confronto e approfondimento, ipartner Moviri, Beta 80 Group, CTMLAB, Engineering ed R1,

La sessione plenaria, sarà condotta da Ilaria D’Amico e vedrà la partecipazione di Fabio Rizzotto, Associate Vice President, Head of Research and Consulting di IDC Italia, e di Andrea Seghi, Area Director Italia di BMC Software. Nel corso della mattinata, si susseguiranno interventi di BMC e dei partner coinvolti, con in più testimonianze e storie di successo di aziende italiane ospiti per l’occasione.

Con apertura dei lavori alle 9:30 e chiusura alle 12:30, l’evento porrà al centro del dibattito il passaggio dalla fase di digitalizzazione a quella di automazione dei processi e quindi il disegno del modello ideale di Autonomous Digital Enterprise.

Per l’agenda aggiornata e per assistere alla diretta streaming: BMC Day Italia 2021

Hashtag dell’evento: #BMCDayItalia

 

#IDC #FutureEnterprise #DigitalAtScale

Autore: