La soluzione Data Center di Juniper garantisce un’esperienza di qualità che genera eccellenti risultati di business grazie all’automazione, alla programmabilità aperta e alla scalabilità.

Juniper Networks, leader nelle reti sicure basate su AI, annuncia di aver finalizzato l’acquisizione di Apstra, azienda leader nell’Intent-Based Networking e nell’Automated Closed-loop Assurance. La chiusura dell’accordo segna un passaggio significativo per Juniper nell’ottica di rendere disponibile un portfolio completo di soluzioni per il Data Center indirizzate a tutti i segmenti di clientela: enterprise, service provider e cloud provider.

Apstra permette di aggiungere funzioni di automazione di rete basate su un’architettura multi-vendor aperta che estendono il portfolio delle soluzioni di networking Juniper per il Data Center, riconosciuta per il terzo anno consecutivo come Leader nel Gartner Magic Quadrant for Data Center and Cloud Networking del 2020. L’unione delle due aziende rende disponibile una soluzione consolidata, aperta, programmabile e altamente scalabile per le reti cloud e i data center di nuova generazione, che permetterà di offrire ai clienti il percorso più chiaro e veloce per l’automazione del data center e la gestione degli stessi con meccanismi avanzati di AI.

Il team Apstra è stato incorporato nella divisione Data Center di Juniper e il Ceo e co-fondatore dell’azienda David Cheriton ha assunto la posizione di Chief Data Center Scientist.

“L’acquisizione di Apstra rappresenta per Juniper una pietra miliare che rafforza ulteriormente il nostro impegno per la trasformazione del data center”, commenta Mike Bushong, Vice President of Data Center Product Management di Juniper Networks. “Il focus di Apstra su Intent-Based Networking, closed-loop automation e fabric assurance è il complemento perfetto per il nostro software e hardware, la cui eccellenza è ormai riconosciuta. Sono certo che insieme potremo generare un valore aggiunto duraturo per il cliente, dal design al deployment (Giorno 0 e 1) fino alle operazioni quotidiane e alla garanzia di qualitá (Giorno 2 e successivi).

“Il cloud – visto non solo come destinazione dei workload ma anche come un modello operativo e insieme di tecnologie per l’automazione intelligente – sta introducendo profondi cambiamenti e sconvolgimenti”, sottolinea Brad Casemore, Research Vice President of Data Center Networks di IDC. “Sempre più, le organizzazioni che possiedono e gestiscono data center propri si rendono conto che le reti devono essere modernizzate dal punto di vista sia dell’architettura sia della gestione per poter supportare applicazioni e workload cloud nativi. Con l’acquisizione di Apstra, Juniper risponde al bisogno sempre più pressante da parte degli utenti di operazioni cloud-centriche più semplici e snelle che aiutino architetti e operatori di rete a collaborare in modo efficace per raggiungere una maggiore agilità durante tutto il ciclo di vita della rete.”

“La forte domanda nel rinnovato settore dei servizi finanziari in Svizzera deve essere supportata da un’infrastruttura capace di garantire latenza e tempi di risposta minimi uniti a efficienza economica e alti livelli di affidabilità”, dichiara Hanspeter Tinner, Chief Service Officer and Co-Founder di Beelastic. “Ciò è possibile solo se vengono utilizzate le tecnologie più moderne. La semplicità del modello operativo e l’automazione di Apstra ci aiutano a garantire minimi tempi di risposta, massima affidabilità e un sorprendente rapporto costi-benefici. Inoltre, grazie alla loro rapidità di innovazione, sono sicuro che oggi e in futuro le nostre richieste e quelle dei nostri clienti continueranno a essere pienamente soddisfatte.”

Nell’immagine in copertina Mike Bushong, Vice President of Data Center Product Management di Juniper Networks