Il focus sui nuovi orizzonti della cybersecurity per gli MSP

All’evento di Achab e Webroot verranno analizzate le best practice della cybersecurity e come fronteggiare le sfide di sicurezza delineate dalla pandemia

 

Achab, (achab.it) azienda specializzata nella distribuzione di soluzioni software a valore, ha annunciato per venerdì 20 novembre alle 14.15 l’evento Webroot Italy 2020, l’appuntamento annuale organizzato in partnership con Webroot, attiva nel mercato IT, per analizzare i trend della cybersecurity e analizzare le novità dell’antivirus che si avvale del cloud e dell’intelligenza artificiale per proteggere in tempo reale le PMI dalle minacce informatiche.

L’evento, che quest’anno si svolgerà interamente online, farà luce sulle best e bad practice della sicurezza informatica da attuare ed evitare al fine di garantire una Endpoint Protection sempre efficiente, anche in una situazione estremamente mutevole come quella determinata dalla pandemia Covid-19.

L’improvvisa necessità di lavorare da remoto per garantire il prosieguo delle attività lavorative, ha spiegato l’azienda, ha di fatto creato seri problemi di vulnerabilità annullando l’affidabilità garantita dalle misure predisposte all’interno del perimetro aziendale e rendendo necessario ripensare il concetto di sicurezza non più come legato ad un singolo software ma ad una struttura di difesa a strati.

Sfruttando le preoccupazioni degli utenti in relazione al Coronavirus, i criminali informatici hanno infatti approfittato della situazione per creare nuove opportunità di truffa ai danni degli utenti.

L’analisi condotta dall’Agcom sottolinea come l’Italia si attesti come primo paese in Europa per numero di domini malevoli registrati in relazione al Covid-19.[1]

Una situazione indubbiamente complessa, aggiunge la società, che necessita di un aggiornamento professionale costante per fronteggiare le criticità del momento e fornire agli MSP gli strumenti necessari per preservare la sicurezza informatica delle PMI italiane.

In particolare, l’obiettivo è di far luce su quali sono gli errori più comuni che commette il 72% degli MSP che utilizzano Webroot e si illustreranno le best practice da seguire per rimediare.

“Lo scenario inedito delineatosi negli ultimi mesi ha reso necessario un ripensamento delle modalità di protezione degli endpoint per fronteggiare situazioni impreviste ed estremamente mutevoli come quelle create dall’improvvisa quanto necessaria corsa alla digitalizzazione delle aziende per il proseguimento delle attività. Consapevoli di queste sfide, l’intento di Webroot Italy Online è di offrire agli MSP un’occasione di incontro, virtuale ma diretto, per valutare le potenzialità offerte da una soluzione di valore come Webroot e continuare ad offrire una security e un servizio di altissimo livello nonostante le difficoltà del momento” ha commentato Claudio Panerai, Chief Portfolio Officer di Achab e chairman dell’evento.