Cisco Partner Summit 2020, parola d”ordine semplificazione

Cisco Partner Summit 2020, parola d”ordine semplificazione

 

Sono 25 anni di partner summit per Cisco, che raccoglie la community di canale, circa 13mila partner collegati da 157 nazioni un evento, necessariamente, virtuale.

Diverse le novità che, come annunciato puntano sulla semplificazione, grazie anuove piattaforme e soluzioni tecnologiche alinsegna del»Future Ready». In estrema sintesi si tratta di garantire agilità delIT, grazie a innovazioni relative alla Cloud-Native Security e nuove soluzioni Webex in ambito governativo. Previste anche sessioni a livello di business oltre che tecnologiche.

Sessioni con insight studiati per portare il business a nuovi livelli di agilità e resilienza.

Un obiettivo di è quello di condividere la strategia incentrata sulla costruzione di un futuro inclusivo per tutti e su come Cisco intenda, rimodellare il proprio business per favorire il successo di clienti e partner.

I vari manager della società nata a San Francisco, faranno svariati annunci focalizzati sul supporto a partner e clienti nel rispondere meglio e adattarsi alle discontinuità e problematiche del business, nonché, accelerare il proprio digital journey , adozione del cloud, nonché trasformare il loro modello operativo con piattaforme automatizzate.

Attese, soprattutto le nuove funzionalità per le piattaforme di sicurezza, cloud e data center con innovazioni volte a fornire nuovi livelli di agilità, semplicità e resilienza, come annunciato.

 

I principali cambiamenti

 

Considerati i più importanti degli ultimi dieci anni, i cambiamenti relativi al programma di canale di Cisco si prefiggono di aiutare i partner premiando i diversi ruoli che i partner interpretano e ricoprono nei confronti dei clienti, al fine di semplificare l’esperienza per i partner e garantire agilità e crescita.

Più in dettaglio Cisco annuncia la nuova piattaforma Partner Experience Platform, che unisce tutti gli strumenti e le risorse di cui i partner hanno bisogno e rende più facile lavorare con Cisco.

Una piattaforma digitale dedicata diventerà il luogo in cui i partner troveranno tutti gli strumenti e le risorse di cui i partner hanno bisogno per lavorare al meglio con Cisco.

«La trasformazione sta accelerando ora più che mai; i nostri programmi e le piattaforme devono riflettere le modalità con cui Cisco e i propri partner possono lavorare al meglio insieme- ha spiegato Oliver Tuszik, SVP, Global Partner Organization, Cisco- Questi . cambiamenti produrranno semplificazione e permetteranno a Cisco e ai suoi partner di avere maggiore agilità,

rilevanza e profittabilità. Si tratta di essere a prova di futuro» in qualunque situazione ci troveremo ad operare».

 

Un unico programma di canale

Nuova experince per uk Partner Summit di Cisco

 

 

Nel corso dei prossimi 12-18 mesi, Cisco semplificherà la struttura del proprio programma di canale.

Consoliderà al interno di un unico singolo programma circa una dozzina di programmi di canale

attualmente separati. Il nuovo programma di canale Cisco offrirà ai partner maggiori opportunità di differenziare i vari aspetti del loro business, dalla rivendita ai servizi gestiti, dallo sviluppo allaconsulenza.

Il 2020 e la pandemia in corso hanno richiesto ai nostri partner di trasformarsi per fornire servizi gestiti e soluzioni in modalità SaaS, sviluppare applicazioni e servizi di automazione sulle piattaforme Cisco e di generare valore per il cliente in tutto il ciclo di vita», ha commentato Marc Suplus, Vice

President, Strategy, Planning and Programs. «Stiamo facendo un passo fondamentale per abbattere le barriere tra i vari programmi di canale che i nostri partner ci hanno segnalato e per fornire loro maggiore libertà di differenziarsi e trasformarsi».

 

Il nuovo programma di canale di Cisco si basa su quattro ruoli chiave per i partner: Integrator, Provider, Developer e Advisor. I partner possono scegliere di focalizzarsi su uno o su tutti e quattro i ruoli, a seconda del loro business. Il brand Cisco Gold resta il caposaldo del nuovo programma e vengono migliorati i livelli Premier e Select per assicurare ai partner i più ampi livelli di flessibilità necessari per differenziare i loro servizi. Agli attuali partner Cisco non sarà richiesto di ricominciare da zero, in quanto il nuovo programma è stato progettato proprio per rispecchiare e riconoscere la

profonda competenza maturata su Cisco e la partnership di lunga data.

Il nuovo programma di canale: Garantisce agilità, adattandosi ai diversi ruoli che un partner svolge con il proprio cliente, sia che

si tratti di rivendita, servizi gestiti, sviluppo o consulenza. Cisco non pone confini al ruolo delpartner e non limita la sua capacità di mostrare il suo valore.

Aumenta la rilevanza sul mercato, riconoscendo al partner un ruolo che va oltre il tradizionale

processo di rivendita di una soluzione, dando ai partner maggiori opzioni per dimostrare la loro

expertise nelle aree dei servizi gestiti, dello sviluppo e della consulenza.

Mette in condizione i partner di avere maggiori opportunità di aumentare i profitti,

concentrando attenzione sul valore che il partner porta al cliente piuttosto che sul ciclo di vita di

un prodotto. La specializzazione Customer Experience è fondamentale per generare valore

ricorrente nel corso delintero ciclo di vita della relazione con il cliente. Sarà valida sia per ilruolo Integrator che per quello Provider e diventerà, verso la fine del 2021, uno dei requisiti per

ottenere lo stato di Gold Integrator. La nuova Partner Experience Platform (PXP):

In aggiunta ai cambiamenti apportati al programma di canale, Cisco presenta la prima piattaforma digitale

per i partner che fornisce un singolo punto di accesso a tutte le risorse di cui un partner ha bisogno per

lavorare con Cisco. La Partner Experience Platform (PXP) garantisce esperienza di utilizzo migliorata e rappresenta espressione della cultura Cisco che mette i partner al primo posto. I partner potranno collaborare linterno di un ecosistema interconnesso, co-innovare e commercializzare soluzioni insieme a Cisco al interno di un unica piattaforma digitale.

Abbiamo innovato e sviluppato PXP insieme con i nostri partner, per mettere a loro disposizione una piattaforma pronta per il futuro», ha commentato Jose van Dijk, Vice President, Operations and Partner

Performance, Cisco. «Il nostro obiettivo è di re-immaginare il canale digitale e di offrire maggiori

opportunità ai partner per tutto il ciclo di vita della nostra relazione con loro».PXP porterà benefici e valore ai nostri partner con le seguenti modalità:

Disponibilità:

I cambiamenti al programma di canale saranno resi disponibili globalmente nel corso delanno fiscale 2021

La Partner Experience Platform (PXP) sarà disponibile per tutti i partner globali a partire dal 30

novembre 2020.

Gaetano Di Blasio ha lavorato presso alcune delle principali riviste specializzate nell’ICT. Giornalista professionista, è iscritto all’ordine dei giornalisti della Lombardia ed è coautore di rapporti, studi e Survey nel settore dell’ICT. Laureato in Ingegneria.