Collaborazione più semplice con Centro Computer e Microsoft

Un accordo tra  Centro Computer e  Microsoft semplifica il modo di collaborare e comunicare delle imprese in cloud tramite chat e le riunioni online 

 

Centro Computer ha esteso le possibilità di supporto alle aziende per le nuove strategie di smart working tramite un accordo con Microsoft che abilita modalità di lavoro innovative tramite Microsoft Teams, l’hub per il lavoro di Microsoft 365.

L’accordo, ha osservato l’azienda,  deriva dalla considerazione che come strumento risponde adeguatamente alle esigenze delle imprese che richiedono applicazioni capaci di creare testi e oggetti da molteplici dispositivi, su differenti piattaforme, mettendo in collaborazione anche le persone che lavorano da remoto.

Microsoft Teams, ideato per abilitare chat e riunioni online, consente di organizzare conferenze audio, video e web, e chattare all’interno e all’esterno dell’organizzazione.

Consente anche di collaborare con le applicazioni di Office 365 e integrato col centralino telefonico, abilitare chiamate aziendali in modo da ricevere e fare telefonate.

A livello di collaborazione è possibile ricevere e trasferire chiamate da e verso numeri fissi e telefoni cellulari nella rete PSTN  tramite un apposito controller, in cloud o sistemi on-premise, attivando un gateway fra il tradizionale sistema PBX e il sistema Microsoft Teams, che è digitale e IP.

I clienti si rivolgono a noi perché da anni investiamo sulle tecnologie Microsoft e in Italia non sono molti i system integrator che possono vantare la nostra competenza, – ha commentato Roberto Vicenzi, Vicepresidente di Centro Computer -, abbiamo un format di progetto e formazione consolidati, che difficilmente altri riescono a offrire, un modello vincente che ci consente di crescere anno su anno del 20% di fatturato sulle applicazioni Office 365” -. Sono molteplici i vantaggi che abbiamo ottenuto noi per primi e a seguire i nostri clienti, grazie all’integrazione di Microsoft Teams con il centralino PBX. Ritengo che negli anni, i centralini tradizionali diventeranno solo un ricordo, perché passeremo tutti a utilizzare i server virtuali. Lo smartphone diventerà il nostro PC che sfruttando le funzionalità di Microsoft Teams e il dispositivo audio senza fili più adatto, potrà soddisfare le esigenze di ciascun utente.”