Da War Games all’omicidio: Security & Business numero 52

Da War Games all’omicidio

Il film di John Badham del 1983 fu il primo a sollevare l’importanza della sicurezza informatica. Il giovane David, interpretato da Matthew Broderick ingaggia quello che crede un gioco con un computer militare e rischia di scatenare una guerra.

Oggi la guerra informatica viene combattuta quotidianamente da fronti contrapposti. La guerra che ci coinvolge tutti ha diverse sfaccettature, ma diventa sempre più difficile considerarle una questione etica.

In particolare, scomparso il gioco goliardico degli hacker ante litteram, gli esperti della sicurezza informatica si distinguono tra black e white hat, ma non sempre il bianco e nero è ben marcato, qualche sfumatura di grigio traspare sempre. Fino a che punto ci si può considerare un “ethical hacker” ?

Il cybercrime ha decisamente mostrato un indole criminale che non è possibile distinguere dal delinquente comune armato di pistola, anzi, a differenza dei duelli del Far West, lo scenario è drammaticamente più subdolo.

L’emergenza Coronavirus ha dimostrato che esperti informatici privi di qualsiasi etica morale sono pronti a uccidere. L’ospedale di Brno, nella repubblica Ceca è stato attaccato e costretto a spostare in altre strutture i pazienti critici, mettendo a rischio la loro vita.

Occorre affrontare la questione per quello che è, altrimenti i cyber criminali potranno agire indisturbati, celandosi dietro server “fantasma” in nazioni compiacenti.

Nel numero 52 di Security e business trovate un breve resoconto dell’Ocse sugli attacchi di febbraio e marzo riconducibili all’emergenza Corona virus.

Peraltro, è importante sottolineare che gli attacchi vanno contrastati con mezzi adeguati, non necessariamente con enormi investimenti, ma dei budget per la security occorre stanziarli. Una ricerca di Fortinet, per esempio, mostra che quasi due terzi delle aziende mancavano di personale qualificato per mantenere efficaci le security operations già prima dei recenti avvenimenti. Ora, a causa delle disposizioni in merito al distanziamento sociale, il numero di dipendenti che si occupano di sicurezza risulta ulteriormente ridotto.

Nella rubrica Cyber Attack, come di consueto, trovate altri dati sulla sicurezza, come quelli del Cisco 2020 CISO Benchmark Study. A seguire le soluzioni più recenti e, a chiudere il numero lo speciale legato al rapporto di AIPSI sul Lavoro al Femminile nella Cyber Security, accompagnato dalla tavola rotonda che si è tenuta il 21 Aprile 2020.

Gaetano Di Blasio ha lavorato presso alcune delle principali riviste specializzate nell’ICT. Giornalista professionista, è iscritto all’ordine dei giornalisti della Lombardia ed è coautore di rapporti, studi e Survey nel settore dell’ICT. Laureato in Ingegneria.