SGBox, SIEM a misura della piccola e media impresa

Un’azienda di sicurezza italiana alla conquista del mercato middle enterprise

Sempre maggiore attenzione da parte di aziende private e pubbliche verso la sicurezza e la categoria di prodotti SIEM, trainata in parte dalle normative AgID, l’Agenzia per l’Italia Digitale, la quale impone determinati controlli di sicurezza nelle strutture pubbliche, dal nuovo GDPR, e da una più matura sensibilità delle piccole e medie aziende verso i problemi della sicurezza dei dati e delle infrastrutture.

Partito nel 2006 come prodotto per il mondo enterprise, il mercato dei prodotti SIEM si sta sviluppando verso un approccio top-down, diventando quindi accessibile a piccole e medie imprese e offrendo servizi evoluti e di alta qualità a misura delle dimensioni aziendali e delle singole necessità.

Una crescita verso le PMI confermata dal sempre più marcato passaggio da una richiesta di prodotti a servizi in cloud as a service che permettono anche alle PMI di usufruire di sistemi di nuova generazione senza doversi dotare di competenze troppo onerose e complesse e potersi maggiormente al business aziendale.

Leader in questo segmento, e con crescite di fatturato del 50% anno su anno, SGBox sta consolidando la propria presenza nel mercato grazie, da un lato, a un approccio che vede il continuo sviluppo del prodotto con l’implementazione di features e accorgimenti che nascono direttamente dall’interazione col cliente, e dall’altra, da un costante sviluppo di servizi professionali e di formazione al canale, per rendere i partner sempre più autonomi nell’assessment; passaggio fondamentale per un prodotto che non deve essere semplicemente installato, ma richiede un approccio che guarda all’insieme dell’ambiente e delle criticità dell’azienda.

Il prodotto SIEM di SGBox si presenta, da questa primavera, con una interfaccia ammodernata e più accattivante nella lettura, ma è solo uno dei passaggi di un percorso di attenzione alle esigenze dei clienti e alla mission aziendale di miglioramento continuo dell’offerta con nuovi servizi e nuove feature.

Tra questi, un canale aperto con i propri partner dedicato alle Feature Request dei clienti e il servizio di User Behavioral Analitics applicazione progettata per creare una based-line comportamentale di  ciascun utente e identificare eventuali comportamenti. L’applicazione rileva statisticamente se ciò che sta accadendo è accettabile o meno, associando un fattore di rischio a ciascuna azione.

Una novità che verrà lanciato il prossimo gennaio è una versione Enterprise del prodotto, nella quale è stata reingegnerizzata la gestione del dato, dimostandosi, in ambito SOC e Big Enterprise, più performante rispetto ai prodotti concorrenti.

 

 

 

 

 

 

Autore: