Oltre 2 miliardi di abbonati al 5G nel 2025

Secondo le previsioni dell’Ericsson Mobility Report 2019 la strada per l’adozione del 5G è sempre più in discesa e si raggiungerà quota 2,6 miliardi nei prossimi 6 anni

Entro la fine del 2025 il 5G avrà coperto fino al 65% della popolazione mondiale e gestirà il 45% del traffico dati mobile a livello globale. Questo dato arriva dal Mobility Report 2019 di Ericsson, lo studio che prende in esame le comunicazioni mobile a livello mondiale.

 

5g

 

Sempre più connessi, gli utenti mondiali hanno fame di dati (nel mondo ci sono 8 miliardi di abbonamenti alla rete mobile o SIM) e infatti secondo quanto riportato nel report il traffico dati per smartphone aumenterà dagli attuali 7,2 GB al mese a 24 GB entro la fine del 2025. Una crescita che sarà in parte guidata dai nuovi comportamenti dei consumatori, come per esempio lo streaming in realtà virtuale (VR). Con 7,2 GB al mese è possibile trasmettere 21 minuti di video HD al giorno, mentre 24 GB consentirebbero lo streaming di 30 minuti di video HD e di 6 minuti aggiuntivi di contenuti VR al giorno.

Il report prevede inoltre che il 5G coprirà fino al 65% della popolazione globale entro la fine del 2025 e gestirà il 45% del traffico dati mobile a livello globale.

 

Ericsson Mobility Report 2019

Ericsson Mobility Report 2019

 

Diffusione del 5G nel mondo

A favorire l’adozione del 5G stanno contribuendo i principali operatori in Asia, Australia, Europa, Medio Oriente e Nord America che hanno attivato le proprie reti.

In particolare la Corea del Sud sta conoscendo una grande diffusione del 5G dal lancio di aprile 2019. Gli operatori del paese asiatico hanno registrato in totale più di tre milioni di abbonamenti sottoscritti entro la fine di settembre di quest’anno, fa sapere Ericsson.

Invece in seguito al lancio del 5G in Cina a fine ottobre c’è stato anche un aggiornamento degli abbonamenti 5G stimati entro la fine del 2019, che sono passati da 10 a 13 milioni.

Fredrik Jejdling, Executive Vice President e Head of Networks, Ericsson, afferma: «È incoraggiante vedere che il 5G gode di un ampio supporto da parte di quasi tutti i produttori di dispositivi. Nel 2020 faranno il loro esordio sul mercato molti nuovi dispositivi compatibili con il 5G e questo aumenterà considerevolmente l’adozione della nuova tecnologia. La domanda non è più se, ma quanto velocemente possiamo convertire i casi d’uso in applicazioni pertinenti per i consumatori e le imprese. Con il 4G che rimane un forte abilitatore di connettività in molte parti del mondo, la modernizzazione delle reti è fondamentale per questo cambiamento tecnologico che stiamo vivendo».

Secondo il report, l’adozione più rapida del 5G è prevista in Nord America, con il 74% degli abbonamenti mobile 5G entro la fine del 2025. Si prevede inoltre che il Nord Est asiatico seguirà con il 56%, e l’Europa con il 55%.

Altri dati inclusi nel report riguardano il numero totale di connessioni IoT cellulari, che dovrebbero raggiungere addirittura i 5 miliardi entro la fine del 2025, partendo da 1,3 miliardi a fine 2019, ossia un tasso di crescita annuale del 25%. Si stima che per il 2025 le tecnologie NB-IoT e Cat-M rappresenteranno il 52% di queste connessioni IoT cellulari.

Nel terzo trimestre del 2019, la crescita del traffico dati su base annua è stata importante, attestandosi al 68%, trainata principalmente dal crescente numero di abbonamenti smartphone in India, dall’aumento del traffico dati mensile per smartphone in Cina, dalle migliori capacità dei dispositivi in commercio, dall’aumento di contenuti che prevedono un consumo di grandi volumi di dati e da piani dati più convenienti.

Autore: