A Milano si pensa al futuro dei giovani con STEMintheCity

L’iniziativa del Comune di Milano per sostenere una cultura aperta e inclusiva per i giovani e le donne, che con il sostegno delle nazioni Unite vuole rilanciare la formazione in ambito tecnologico e scientifico

È giunta al terzo anno consecutivo l’iniziativa del Comune di Milano STEMin the City (acronimo di Science, Tecnology, Engineering and Mathematics), a cui è stata anche aggiunta la A di Arte (STEMA), per sottolineare nell’anno del Cinquecentenario della morte di Leonardo Da Vinci, proprio il legame tra Arte e Scienza.

 

Roberta Cocco, Assessora Comune di Milano

Roberta Cocco, Assessora Trasformazione digitale e Servizi Civici Comune di Milano

 

Nel corso dell’anno si sono succeduti incontri, seminari, corsi di formazione, installazioni e spettacoli per promuovere le materie tecnico-scientifiche e diffondere una nuova cultura digitale.

E proprio nella sede del Comune di Milano, a Palazzo Marino, si è fatto il punto del successo riscosso quest’anno dalle numerose iniziative ed è stato presentata la futura quarta edizione di STEMintheCity da Roberta Cocco, Assessora Trasformazione digitale e Servizi Civici del Comune di Milano, insieme a Laura Galimberti, Assessora all’Educazione e Istruzione del Comune di Milano.

A supportare l’iniziativa del Comune di Milano ci sono le Nazioni Unite che hanno riconosciuto importanza ai temi dell’inclusione sociale e dell’ICT, attraverso il Centro Regionale di Informazione e l’Unione Internazionale delle Telecomunicazioni. In più hanno contribuito al successo dell’iniziativa 146 partner tra aziende, associazioni, Università e liberi professionisti attraverso più di 150 eventi e oltre un centinaio di scuole coinvolte.

Dopo aver esplorato nel 2019 il legame tra arte e scienza l’edizione 2020 si focalizzerà sulla sostenibilità ambientale, tema cruciale oggi per tutta la società. Per questo è stato scelto per il logo di STEMintheCity2020 il colore verde che riporta ai colori della natura  «per ricordare quanto l’innovazione e la tecnologia digitale possono aiutarci a supportare i temi scientifici anche in ambito ambientale» spiega l’Assessora Cocco.

 

 

Formazione e inclusione

Per sostenere un futuro migliore l’iniziativa STEMintheCity si pone come obiettivo quello di raccogliere progetti e iniziative che riguardano la formazione dei giovani dalla scuola dell’infanzia fino al post Università. Attraverso diversi momenti di incontro si vogliono stimolare i giovani ad accrescere le proprie competenze digitali che rappresentano il passaporto per entrare nel mondo del lavoro.

Per esempio risulta che, nonostante le ragazze siano la maggioranza dei laureati in tutti i Paesi industrializzati, quelle che scelgono discipline STEM restano la minoranza. A livello mondiale, secondo l’Unesco, le donne rappresentano meno di un terzo degli studenti e dei ricercatori. C’è bisogno di supportare una maggiore inclusione del mondo femminile anche in questi settori. «Mettere più donne nel mondo del lavoro significa avere una società più equa e bilanciata» sottolinea l’Assessora Cocco che da anni lavora sulle tematiche del gender gap.

Proprio per chiudere la Maratona delle STEM che si è tenuta ad Aprile, è stato messo in scena uno spettacolo “Donne come noi” di Giulia Minoli ed Emanuela Giordano tratto dall’omonimo romanzo scritto dalla redazione di Donna Moderna, con il sostegno di Accenture.

Per diffondere invece il concetto di legame tra arte e innovazione, è stata organizzata nel mese di maggio da Lenovo la mostra interattiva #DaLeonardoAlloSpazio – Viaggi verso la tua era, in collaborazione con l’Aeronautica Militare. Il viaggio partiva dal genio di Leonardo Da Vinci per arrivare allo sbarco sulla Luna e passando anche per l’esplorazione spaziale e altri grandi temi della ricerca scientifica.

 

Aspettando STEMintheCity2020

La prossima edizione di STEMintheCity 2020 prenderà il via nel mese di Aprile, che è stato riconosciuto a livello internazionale come il mese delle STEM, con un palinsesto formativo articolato e ricco di contenuti, coinvolgendo gli studenti del Comune di Milano e di Città Metropolitana.

La manifestazione culminerà nella Maratona delle STEM prevista dal 27 al 29 aprile. Saranno tre giorni dedicati alla promozione delle STEM organizzati e gestiti direttamente dal Comune di Milano, con un grande evento di apertura e corsi di formazione, incontri di role modeling, mostre e spettacoli in collaborazione con i Partner.

Per dare continuità al programma, da oggi fino al 31 marzo saranno resi riconoscibili dal logo “aspettando STEMinthecity 2020” tutti i progetti che per affinità di temi e obiettivi anticiperanno e accompagneranno il pubblico verso la nuova edizione, mentre le aziende e le organizzazioni potranno candidarsi per essere Partner del Mese delle STEM e Sponsor della Maratona fino al 28 febbraio.

Sul sito dedicato www.steminthecity.eu sarà possibile candidare il proprio progetto e sarà infine pubblicato l’elenco completo degli appuntamenti che coinvolgeranno il sistema educativo di tutta la città di Milano e Città Metropolitana.

Tra i primi eventi annunciati dall’Assessora Cocco “I Talenti delle donne”, l’iniziativa a cura dell’Assessorato alla Cultura: un progetto multidisciplinare, inclusivo, diffuso sul territorio, aperto tutto l’anno e dedicato alle donne protagoniste nelle arti e nel pensiero creativo di oggi e di ieri.

 

 

 

 

 

 

Autore: