Cloud Application Protection mette al sicuro le applicazioni web

Barracuda ha annunciato Cloud Application Protection, una soluzione WAF as-a-service scalabile costruita su Microsoft Azure e disponibile sul marketplace Azure

 

La trasformazione digitale sta guidando il cambiamento nelle aziende che adottano le applicazioni web come elemento critico del business.

Le applicazioni sia nel cloud sia on premise devono essere protette , ma solo il 10%, osserva Barracuda Networks, è attualmente protetto da firewall dedicati. Ciò è dovuto soprattutto alla complessità e alle risorse necessarie per gestire firewall per applicazioni web.

Per supplire a questa esigenza ha annunciato  la sua nuova piattaforma Cloud Application Protection (CAP) che ha studiato per far fronte alle crescenti minacce alla sicurezza delle applicazioni.

Barracuda CAP ha, in sostanza, l’obiettivo di garantire la sicurezza delle applicazioni web con una soluzione WAF as-a-service (WAF : web application firewall) costruita su Microsoft Azure e disponibile sul marketplace Azure.

All’interno della piattaforma Barracuda Cloud Application Protection (CAP), il nuovo WAF as a service è un prodotto che ha il compito di rendere disponibile la sicurezza applicativa a un mercato molto ampio.

Oltre alle funzionalità WAF, la piattaforma CAP mette a disposizione ad esempio funzioni di scansione e riparazione delle vulnerabilità applicative, protezione avanzata dai bot, protezione DDoS e sicurezza delle API.

WAF as a service utilizza Azure per garantire disponibilità locale ne in tutte le 54 regioni Azure. Barracuda WAF as a service conserva anche i controlli granulari e i livelli di personalizzazione presenti in Barracuda WAF, ma può essere implementato sotto forma di servizio dal marketplace Azure.

Le soluzioni Cloud Application Protection sono inoltre incluse in bundle offerti da system integrator e rivenditori.

Ne è un esempio il recente Healthcare Optimized Azure CAF (Cloud Adoption Framework) Landing Zone di 10th Magnitude – un marketplace che fornisce servizi, consulenza, servizi di migrazione dei workload – e Barracuda WAF per la sicurezza, destinato alle strutture sanitarie alla ricerca di un modo più sicuro per la migrazione di applicazioni e workload su Azure.

Le organizzazioni richiedono una forma di sicurezza applicativa che sia allo stesso tempo facile da gestire e sufficientemente flessibile da poter proteggere le applicazioni ovunque vengano rese disponibili. La piattaforma Barracuda Cloud Application Protection e WAF as a service nel cloud pubblico rendono tale forma di protezione accessibile a un mercato molto più vasto”, ha commentato Tim Jefferson, SVP Data Protection di Barracuda.