Pure colma il gap nello storage tra Cloud pubblico e privato

L’espansione del portfolio di Pure Storage semplifica la gestione e la  movimentazione dei dati in ambienti multicloud, AWS e Azure

 

Pure Storage, azienda che sviluppa soluzioni di storage, ha annunciato una espansione suo portfolio di Cloud Data Services. L’obiettivo dichiarato è quello di supportare i clienti nell’implementazione efficace di cloud ibridi.

Le nuove soluzioni, in pratica, sono volte a consentire la portabilità delle applicazioni da e su Amazon Web Services (AWS), minimizzare gli impatti applicativi e permettere alle aziende di beneficiare dell’economia del cloud pubblico per qualsiasi caso d’uso.

Cloud pubblico e privato, soprattutto e anche a livello storage, spesso operano in due mondi separati. Poiché sempre più clienti adottano soluzioni ibride per le applicazioni, è fondamentale che la loro infrastruttura sia ottimizzata per la mobilità dei dati. I Cloud Data Services di Pure esistono per colmare questo divario e consentire ai clienti di fruire appieno del valore dei dati in qualsiasi progetto o iniziativa“, ha commentato Rob Lee, Chief Architect di Pure Storage.

Vediamo quali sono  le espansioni del portfolio annunciate.

Cloud Block Store per Amazon Web Services

 Cloud Block Store (CBS) per AWS, è una soluzione che è volta a permettere di disporre di un servizio dati coerente, di resilienza e di una mobilità bidirezionale dei dati nel caso di implementazioni ibride.

CBS opera come un block storage di livello enterprise disponibile nativamente nel cloud pubblico che fornisce un’esperienza unificata di gestione e fruizione e che abilita l’esecuzione di applicazioni mission-critical nel cloud senza interruzioni.

Cloud Block Store offre lo stesso tipo di affidabilità, semplicità ed efficienza che ci aspettiamo dai nostri FlashArray tradizionali, il che ci dà molta più serenità nella nostra capacità di eseguire applicazioni enterprise e workload nel cloud pubblico“, ha commentato James Kelly, Senior Systems Administrator della Chapman University.

CloudSnap per Azure

 Purity CloudSnap è invece una soluzione che si prefigge di massimizzare il potenziale del cloud per il backup dello storage tramite un trasferimento intelligente ed efficiente dei dati nel cloud.

E’ in essenza una tecnologia per il cloud backup che alla data è compatibile con AWS, è disponibile come soluzione multi-cloud e può essere utilizzata anche su Microsoft Azure. Non ultimo, osserva Pure Storage, consente un recovery rapido on-premise o nel cloud in modo da permettere di far fronte ai service level agreement (SLA) e alle policy di compliance.

“CloudSnap fornisce una soluzione semplice ed efficiente per la mobilità dei dati nel cloud. Grazie alla combinazione di CloudSnap e AWS, siamo in grado di mantenere gli snapshot quattro volte più a lungo per il disaster recovery e la compliance, sfruttando al contempo la convenienza del cloud. Siamo inoltre in grado di gestire la nostra intera infrastruttura, on e off-premise, attraverso un’unica piattaforma con Pure1, che riduce drasticamente il tempo da dedicare ai processi operativi e reindirizza le risorse verso attività più critiche, come il miglioramento della user experience dei nostri clienti”, ha affermato Steve Schultz, Manager, Infrastructure Services & Application Development di MiraCosta College.