ThinkSystem Lenovo per IoT e l’Intelligent Transformation

Nuove soluzioni per la raccolta e l’analisi dei dati all’edge. Presentato il ThinkSystem SE 350

Lenovo ha sviluppato nuove piattaforme server pensate per l’Internet of Things (IoT) e per l’edge computing. Più precisamente, Roberta Marchini, Technical Sales Manager Data Center Group di Lenovo in Italia, ha mostrato i nuovi sistemi, che si distinguono per diverse innovazioni.

Roberta Marchini_Technical Sales Manager Lenovo DCG

Roberta Marchini_Technical Sales Manager Lenovo DCG

A spiccare è soprattutto il ThinkSystem SE350, un edge server dalle dimensioni molto inferiori a quelle di un server tradizionale: praticamente poco più grande di un laptop ThinkPad ,che lo rendono ideale per l’installazione in spazi anche piccoli spazi. Non a caso, rivela la manager, molti clienti nelle piccole e medie imprese si sono mostrati interessati e hanno “sbizzarrito” la fantasia, nel progettare d’installarli in contesti anche molto difficili.

homas Giudici_ Channel Sales Manager Data Center Group, Lenovo Italia

homas Giudici_ Channel Sales Manager Data Center Group, Lenovo Italia

Thomas Giudici, Channel Sales Manager del Lenovo Data Center Group evidenza che, come affermato dagli analisti di Gartner, l’introduzione del 5G e lo sviluppo dell’IoT comporteranno una crescita esponenziale nella generazione di dati. Più precisamente si calcola che entro il prossimo anno ci saranno 20 miliardi di oggetti connessi e IDC, dal canto suo prevede che la quantità di dati prodotti aumenterà del 430% tra il 2018 e il 2025.

Ancora Gartner presume che per il 2022 il 75% dei dati sarà generato al di fuori dei data center tradizionali. Questa tendenza comporta la necessità di elaborare i dati in prossimità del luogo in cui sono generati.

Si pensi alle auto a guida autonoma o a tutti i sistemi che devono gestire processi automazione nelle fabbriche o in altri contesti produttivi: i tempi di latenza saranno sempre più intollerabili. I feedback raccolti dai clienti di Lenovo in tutto il mondo ha dimostrato che un edge server deve, poter operare in ambienti caratterizzati da elevate temperature, vibrazioni e polvere, oltre che essere gestibile da remoto.

Sono queste le sfide che in Lenovo hanno raccolto, forti anche del primato quale principale fornitore di supercomputer (HPC – High Performance Computer).

Inoltre, pensando a queste esigenze, in Lenovo hanno inserito accorgimenti per garantire il funzionamento anche laddove non è pensabile di avere personale per la gestione.

ThinkSystem SE350 edge server

ThinkSystem SE350 edge server

Stiamo parlando di un utilizzo il più vicino possibile a dove sono generati i dati, col fine di avvicinare le capacità d’elaborazione e accelerare le operazioni a seguito dell’analisi dei dati. È evidente che ciò significa pressoché sempre al di fuori del data center e, per questo, i tecnici di Lenovo hanno posto particolare attenzione a evitare manomissioni. «Il codice per la gestione del server e il suo funzionamento è “firmato” e cifrato, per cui non può essere modificato», precisa Marchini., che evidenzia alcuni particolari, come una porta mini USB, destinata solo all’avvio della macchina, oppure la dotazione del Wi-Fi ed LTE.

ThinkSystem SR655 basati sui processori AMD

Nuovi arrivati sono anche i sistemi ThinkSystem SR635 e ThinkSystem SR655, basati sui processori AMD EPYC di seconda generazione che permettono ai clienti di gestire carichi di lavoro più intensivi su un numero inferiore di server.

Marchini evidenzia anche come questi server consentano di diminuire il Total Cost of Ownership (TCO) fino al 46%.

Non è un caso che i nuovi sistemi SR635 e SR655«abbiano stabilito 16 record mondiali tra cui due per l’efficienza energetica, che ovviamente incide sul TCO», specifica.

Marchini aggiunge anche che« i server Lenovo ThinkSystem SR635 e SR655 mettono a disposizione elevata produttività, minore latenza e una densità di traffico maggiore oltre a un alta capacità su disco NVMe rispetto a qualsiasi altro single-socket sul mercato».

ThinkSystem SR635 server platfrom

ThinkSystem SR635 server platfrom

I ThinkSystem SR655, inoltre, come evidenzia Marchini, forniscono «un’opportunità concreta per l’abilitazione aggiuntiva di soluzioni di infrastruttura iperconvergenti. Ciò dà a Lenovo la capacità di offrire ai clienti vSAN e altri nodi certificati e future appliance ThinkAgile software-defined per installazioni semplici, gestione e scalabilità»

 

Gaetano Di Blasio ha lavorato presso alcune delle principali riviste specializzate nell’ICT. Giornalista professionista, è iscritto all’ordine dei giornalisti della Lombardia ed è coautore di rapporti, studi e Survey nel settore dell’ICT. Laureato in Ingegneria.