Con CIE Telematica e Tronteq i convogli tranviari comunicano con IP e su reti affidabili e multiservizio

All’Expo ferroviaria che si terrà alla Fiera di Milano dall’1 al 3 Ottobre in mostra allo stand CIE Telematica le soluzioni per reti tramviarie  IP altamente ridondate, sicure e multiservizio

 

Per loro stessa natura le reti tranviarie presentano caratteristiche diverse da quelle dei comuni  mezzi su gomma.

Superiore è il numero di dispositivi IP che devono essere connessi e per garantire l’elevata ridondanza richiesta per far fronte ad eventi quali la rottura di un cavo è necessario ricorrere a topologie di rete ad anello.

Una ulteriore sfida è rappresentata dal dover effettuare il retrofit  dei veicoli più datati tramite adatte soluzioni di accoppiamento con l’IP.

La risposta alle sfide la si potrà trovare all’Expo ferroviaria che si terrà alla Fiera di Milano dall’1 al 3 Ottobre presso lo stand CIE Telematica, dove saranno esaminabili le soluzioni di rete IP di Tronteq, società tedesca di cui CIE Telematica è distributore per l’Italia.

La soluzione proposta da CIE Telematica consiste nel far ricorso a Managed Ethernet Switch  dotati di protocolli di ridondanza  che combinino le caratteristiche di una  topologia a stella con quella ad anello.  La soluzione, osserva Luigi Meregalli, General Manager di CIE, permette di realizzare una rete veicolare che coinvolga tutte le vetture di un convoglio.

Nel caso citato di rottura di un cavo, una rete ridondata  mantiene attiva e disponibile il canale di comunicazione.

Va osservato che il caso di un guasto è il punto centrale a favore di una configurazione ridondata ad anello. Ancor più, permette di configurare tutte le vetture nello stesso modo mentre allo stesso tempo  risultano connesse l’una con l’altra tramite la rete di più alto livello.

Quello che ne risulta, osserva CIE Telematica, distributore in Italia delle soluzione sviluppate da Tronteq, società specializzata in soluzioni di bordo per convogli, è una rete IP più sicura, più facile da realizzare e da manutenere.

In pratica, tramite l’utilizzo degli switch sviluppati da Tronteq diventa possibile disporre, oltre a quelle citate, di una serie di funzionalità quali:

  • Rischio di guasto più ridotto.
  • Maggior disponibilità della rete.
  • Interconnessione di tutti i dispositivi IP.
  • Assegnazione automatica degli indirizzi IP tramite DHCP.
  • Servizi di rete e di diagnostica approfonditi.

 Numerose, osserva CIE Telematica, le applicazioni, Tra queste  la possibilità di disporre di ridondanza tramite una tipologia ad anello, disporre dei medesimi indirizzi IP a livello di rete, disporre di una migliore qualità della rete e di conseguenza di migliori servizi.

 

Rete ad anello e a stella ad altissima ridondanza

Rete ad anello e a stella ad altissima ridondanza

 

Un altro problema che gli switch gestiti di Tronteq risolvono, osserva CIE Telematica, è quello della separazione tramite VLAN.

 In una rete di trasporto pubblico  vi è la necessità  di far coesistere reti differenti per quanto concerne i servizi, ad esempio  quelli di video sorveglianza  di bordo, di informazione ai passeggeri, di validazione  di moderni  biglietti elettronici, eccetera.

Sono tutti servizi che condividono la medesima infrastruttura di rete fisica ma che devono essere separati e singolarmente protetti.

 

Switch managed per reti ferrotramviarie ad alta sicurezza

Switch managed per reti ferrotramviarie ad alta sicurezza

 

Servizi Video di rete

Servizi Video di rete

 

La soluzione , osserva CIE, la si trova in Managed Ethernet Switch quali quelli della famiglia  ROQSTAR Lite Switch, che permettono di segmentare svariati dispositivi IP in gruppi logici separati. Solamente i dispositivi appartenenti allo stesso gruppo hanno la possibilità di dialogare reciprocamente.

 Svariati anche in questo caso i benefici. Tra questi, una alta flessibilità ottenuta con tecnologie standardizzate IBIS-IP, IPxPT, la possibilità di attivare una ampia gamma  di servizi di rete ai passeggeri, il miglioramento della qualità dei servizi di rete.