Cloud App Security ha bloccato 9 milioni di minacce a Office 365

Trend Micro ha rilasciato il report Cloud App Security 2018, dedicato alla soluzione che costituisce un secondo livello di protezione per Office 365. E che sembra proprio essere necessaria

 

Trend Micro, tra i leader nella cybersecurity, ha comunicato che nel 2018 la sua soluzione Cloud App Security ha rilevato e bloccato quasi 9 milioni di minacce ad alto rischio indirizzate a Office 365.

Nel dettaglio, Cloud App Security ha bloccato 1 milione di malware (1.080.022), quasi 8 milioni di attacchi di phishing (7.736.815) e 100mila tentativi di truffe Business Email Compromise (103.955).

L’anno scorso le minacce bloccate dalla soluzione erano state solo, si fa per dire, 3,4 milioni.

I dati sono inconfutabili e rivelano come la continua crescita delle minacce via email esponga le organizzazioni a rischi sempre maggiori di subire frodi, attività di spionaggio e furto di informazioni, sottolineando l’importanza di investire in una protezione multilivello quando si utilizzano piattaforme online, come Office 365.

Le email sono in tutto il mondo uno strumento efficace di comunicazione e collaborazione e i cybercriminali continueranno a colpire questa piattaforma, cercando di mettere a segno i loro attacchi.

Le organizzazioni adottano sempre più servizi email in cloud, per migliorare la produttività e l’agilità, ma il report di Cloud App Security rivela come sia fondamentale adottare un secondo livello di protezione per difendersi dagli attacchi di phishing o Business Email Compromise”. Ha commentato Kevin Simzer, chief operating officer at Trend Micro.

Cloud App Security è una soluzione di Trend Micro che protegge Microsoft® Office 365 Exchange Online, OneDrive for Business e le piattaforme online SharePoint.

Agisce come un secondo livello di protezione dopo che le email e i file sono stati scansionati dalla sicurezza interna di Office 365.

L’obiettivo di Cloud App Security è di contrastare la proliferazione delle minacce email, utilizzando il machine learning e le analisi sandbox per malware, ransomware e altre minacce avanzate.

La soluzione ha recentemente aggiunto anche nuove capacità che combinano tecnologie di intelligenza artificiale e computer vision per individuare finti siti web.

Questa tecnologia è applicata anche per identificare le email di phishing dopo che sono stati implementati filtri relativi al mittente, al contenuto e alla reputazione URL.

Va infine osservato che Trend Micro utilizza l’intelligenza artificiale anche per la soluzione Writing Style DNA, che individua specificatamente gli attacchi Business Email Compromise.