Il modo di lavorare sta cambiando . E’ il momento della Intelligent Transformation

Mobility, IoT, Smart Working, Smart City , Artificial Intelligence…. . Nuovi paradigmi cambiano il modo di lavorare. E’ il momento, osserva Lenovo, della Intelligent Transformation

 

Se pensiamo al futuro prossimo, nella visione di Lenovo l’intelligenza artificiale gioca un ruolo primario, quello di fattore abilitante per un costante miglioramento della qualità della vita. Solo per fare qualche esempio, con l’AI vediamo un utilizzo più efficiente dell’energia in casa e sul posto di lavoro, maggiore capacità nella produzione alimentare, diagnosi mediche più rapide e accurate, e in generale la possibilità di migliorare la qualità del lavoro.

Se prendiamo l’esempio del settore sanitario, l’applicazione dell’AI consente di ridurre i tempi d’attesa ai pronto soccorso, ma anche di rilevare e diagnosticare precocemente i tumori, migliorando notevolmente il decorso per i pazienti. L’AI sarà inoltre utilizzata per rendere i PC e i dispositivi per la smart home più intelligenti che mai. In campo education, in futuro si possono immaginare sensori nelle aule che aiutano gli insegnanti a rilevare il tasso di attenzione degli studenti per indirizzare meglio la loro didattica.

In linea con la strategia di Intelligent Transformation di Lenovo, stiamo inserendo sempre più intelligenza artificiale nei nostri dispositivi e nelle nostre soluzioni con l’obiettivo di migliorare il modo in cui viviamo, lavoriamo e ci svaghiamo. Lenovo utilizza l’AI anche nella propria supply chain e nella pianificazione della fornitura dei componenti per migliorare costantemente l’esperienza che il cliente ha con i nostri prodotti. Ad esempio, utilizziamo il machine learning per sviluppare modelli predittivi di gestione della domanda.

La smart home è un altro ambito in cui vediamo miglioramenti nel modo in cui gli utenti finali interagiscono con la tecnologia nelle proprie case per risparmiare tempo e vivere in maniera più confortevole e connessa ad esempio con prodotti quali Lenovo Smart Clock e Lenovo Smart Display con Google Assistant, oltre ai Lenovo Smart Tab con Amazon Alexa.

Una simbiosi  smart tra dispositivi e persone

Pensando agli spazi fisici o virtuali dove le persone, i dispositivi e i sistemi interagiscono, gli smart space diventano sempre più numerosi. Risparmiare tempo, vivere in ambienti confortevoli e avere contatti umani autentici, sono le caratteristiche che le persone apprezzano di più tra ciò che offre tecnologia. Se un dispositivo non risponde a queste esigenze fondamentali, gli utenti l’abbandoneranno tanto rapidamente quanto l’hanno adottato.

Grazie alla potenza dell’AI e dell’IoT, già oggi i dispositivi reagiscono agli input dei singoli utenti. Con l’avvento del 5G, tuttavia, le opportunità si estenderanno anche all’ambiente, grazie a una banda sempre più ampia che consentirà una connettività esperienziale. Le aziende e le amministrazioni pubbliche, ad esempio, potranno analizzare l’utilizzo di spazio e risorse, rivoluzionare il modo in cui i trasporti, i centri commerciali o le comunità sono progettati e – in ultima analisi – come interagiremo con essi in futuro.

La categoria di prodotti per la smart home continuerà quindi ad espandersi con prodotti e soluzioni configurabili rapidamente, che offrono un’esperienza d’uso senza problemi e interoperabilità fra dispositivi ed ecosistemi. L’adozione di PC con funzionalità intelligenti e connesse quali il riconoscimento vocale, l’autenticazione biometrica e la connettività always-on, assieme a una categoria emergente di smart display che riuniscono visione (display touch) e suono (assistenti vocali) cambieranno il modo in cui interagiamo con

la tecnologia per un accesso più rapido alle informazioni e collegamenti più comodi.

L’importanza di workplace configurabili e flessibili

Passando all’ambiente lavorativo, si parla di una migliore esperienza non solo in termini di tecnologia e spazi, ma anche in termini di cultura e di come questi tre elementi si fondono.

Per attrarre e mantenere i migliori talenti in azienda, oltre che per dirigere aziende innovative e redditizie, i datori di lavoro devono riconoscere e tenere conto di come cambia il modo in cui le generazioni dei Millennials e dei Post-millennials lavorano ed esprimono le loro aspettative circa il posto di lavoro.

Spazi lavorativi altamente tecnologici, configurabili e flessibili, saranno sempre più diffusi. Le organizzazioni più lungimiranti, inoltre, inizieranno a rivolgere le loro attenzioni verso spazi che si mostrino in grado di favorire maggiore collaborazione e contatto umano. Questi spazi richiedono strumenti veloci e agili che favoriscano la collaborazione istantanea, comprese le soluzioni di smart meeting quali Lenovo ThinkSmart Hub.

Soprattutto i lavoratori più giovani, abituati fin dall’infanzia all’uso della tecnologia, si aspettano inoltre di poter scegliere e controllare dispositivi che l’azienda mette a loro disposizione, confrontandosi con l’IT invece che adeguarsi alle scelte del manager.

Un altro aspetto della workplace transformation sarà la possibilità di fornire ai dipendenti dispositivi già configurati per il cloud. Facendo buon uso delle nuove tecnologie di smart office, le imprese possono costruire un nuovo ambiente di lavoro agile, creativo e maggiormente produttivo.

I benefici della realtà virtuale e aumentata

Anche la realtà virtuale e aumentata è interessante per le sue implicazioni future. Ad esempio l’AR/VR può essere utilizzata per consentire ai pazienti di visitare virtualmente un ospedale prima di essere ricoverati, oppure aiutare i pazienti a visualizzare le procedure mediche, in modo da ridurne l’ansia.

La realtà virtuale può anche dare ai bambini ricoverati in ospedale un elemento di distrazione grazie a esercizi di meditazione divertenti e dinamici o giochi terapeutici che li aiutino ad affrontare la loro degenza.

In Lenovo lo stiamo già facendo con il visore Lenovo Mirage Solo VR con Daydream, mentre in Italia abbiamo avviato un progetto con la Città Metropolitana di Milano e la Clinica De Marchi del Policlinico di Milano per aiutare i bambini ricoverati al reparto Fibrosi Cistica a rimanere in contatto con i loro compagni di classe durante i periodi di degenza.

Manufacturing e Retail, realtà in profonda trasformazione

Nel campo dell’industria manifatturiera e di processo, l’utilizzo di occhiali AR come componente di un sistema tecnologico più ampio può fornire agli operatori i dati necessari a ridurre gli errori e a migliorare la precisione, la sicurezza e la qualità.

Ad esempio, con l’assistenza remota in AR un operatore su una piattaforma petrolifera offshore può lavorare in tempo reale con l’assistenza di un tecnico da remoto che vedrà ciò che accade attraverso il visore dell’operatore stesso.

Con il riconoscimento degli oggetti, un visore AR indossato da un meccanico aeronautico sulla pista di un aeroporto si può collegare a un server remoto per identificare automaticamente il componente su cui sta lavorando e recuperare gli schemi di installazione e altre informazioni importanti.

Il retail è un altro mercato in trasformazione, con nuove modalità con cui identificare e ingaggiare i clienti nella loro esperienza d’acquisto, offrendo loro la possibilità di fare acquisti in modo flessibile, online, sui propri dispositivi mobili o sul punto vendita, attraverso casse automatiche o tradizionali. La spinta verso applicazioni di acquisto unificate nel retail sta inoltre portando a una rivoluzione nei dispositivi di gestione delle transazioni sul punto vendita. Questi dispositivi interagiscono con i clienti attraverso tecnologie IoT creando offerte in tempo reale sulla base delle loro abitudini di acquisto.

Più sicurezza con il machine learning

Nel campo della sicurezza, ci potremo aspettare una maggiore attenzione verso il machine learning per affrontare i punti di vulnerabilità dei sistemi IT, oltre a una maggiore attenzione verso le soluzioni di sicurezza end-to-end integrate, come ad esempio Lenovo ThinkShield.

Ci sono quattro spazi su cui le aziende e gli utenti finali si potranno concentrare per proteggersi – dati, identità, online e dispositivi – ed è di vitale importanza sviluppare piani di azione che tengano conto delle minacce in ciascuno di questi spazi.

La tendenza a passare a sistemi di autenticazione a molteplici fattori continuerà ad affermarsi con il crescere dell’importanza di associazioni di settore quali FIDO Alliance.

Nel loro insieme, il sempre maggior numero di smart device interconnessi in casa e in ufficio porterà con sé vantaggi e sfide.

Oltre a promuovere l’applicazione delle nuove tecnologie in settori produttivi molto diversi quali, il manifatturiero e il retail, la sanità e la scuola, e tanti altri, le aziende dovranno capire le esigenze e abitudini delle loro forze lavoro multi-generazionali, in modo da sviluppare appieno il potenziale della Intelligent Transformation.