Extreme Networks protegge i device IoT

Gli apparati IoT sono protetti dagli attacchi dei malintenzionati grazie alla nuova tecnologia che funziona su qualsiasi rete

IoT Security

Extreme Networks ha annunciato la disponibilità di Defender for IoT, una soluzione per la sicurezza che permette alle aziende di proteggere gli apparati IoT dagli attachi dei cyber criminali. Defender for IoT può essere utilizzato su qualsiasi rete, risulta facile da utilizzare, spiega la società, anche per gli utenti non tecnici, in diverse strutture quali scuole, ospedali, negozi e strutture ricettive.

Spesso gli attuali apparati IoT possono risultare vulnerabili e di conseguenza diventare la causa di problemi per la sicurezza delle aziende, in quanto potrebbero non integrare funzioni adeguate poiché progettati per funzionare all’interno di una rete privata dove si da per scontato un controllo più rigido.

Il problema, spiega Extreme Networks, è che i produttori potrebbero non avere preso in considerazione in quel momento che una rete aziendale privata potrebbe essere connessa alla internet pubblica, e che le singole unità potrebbero avere un sistema operativo obsoleto o una password memorizzata nel codice, e/o non possedere funzionalità anti-virus o firewall. Inoltre, essendo gli apparati spesso implementati in una rete “piatta” o non segmentata, una singola intrusione apre l’accesso a tutte le aree della rete.

Defender for IoT di Extreme Networks fa parte della soluzione Smart OmniEdge, e risolve questi problemi offrendo diverse funzionalità.

Per esempio, grazie alla visibilità sui layer 2-7, permette di segmentare i gruppi di apparati IoT in zone isolate e sicure, riducendo la superficie di attacco della rete. Gli utenti possono inoltre controllare centralmente l’utilizzo, la posizione e gli spostamenti delle unità, per limitare il rischio che un attacco raggiunga le aree più sensibili della rete.

Defender for IoT funziona inoltre con la rete IP di qualsiasi produttore, fornendo la protezione in tempo reale degli apparati IoT e la segmentazione attraverso i tunnel IPSec senza modifiche alla rete. Inoltre, è integrato con Extreme Fabric Connect, per cui offre agli utenti la possibilità di sfruttare le funzionalità di automazione della rete e di auto-connessione dinamica per razionalizzare la sicurezza intorno alla periferia della rete.

La presa da muro opzionale ExtremeMobility AP3912 offre le stesse funzioni integrate di difesa del Defender Adapter per apparati cablati e wireless, e ha la capacità di supportare più apparati all’interno dello stesso ambiente.

Autore: