Con RAD e CIE Telematica la virtualizzazione delle funzioni di rete non ha più limiti

A RAD attribuito il premio MEF 2018 NFV Technology of the Year per la innovazione nella virtualizzazione delle funzioni di rete garantite dal suo Service Assured vCPE Toolbox

 

RAD, società riconosciuta internazionalmente all’avanguardia nello sviluppo di soluzioni per la virtualizzazione delle funzioni di edge di rete, si è vista attribuire l’ambito riconoscimento MEF 2018 Technology of the Year Award per la categoria NFV e nello specifico per la sua soluzione vCPE Toolbox di service assured.

E’ uno strumento, quello premiato, che fornisce ai provider un ampio ed esaustivo insieme di servizi necessari per la diffusione e il roll-out di servizi business di classe carrier-grade e NFV based. Sono commercializzate, integrate e supportate in Italia da CIE Telematica, suo storico distributore unico e system integrator con solide esperienze nelle reti di accesso, sicurezza, reti fisse e mobili.

Allo stesso tempo, osserva Luigi Meregalli, general manager di CIE Telematica, nell’ambito delle soluzioni di Service Assured Access, vCPE Toolbox è stato ideato in modo da fornire ai provider quanto necessario per il roll-out dei servizi business oggi richiesti, il tutto garantendo la completa apertura e la possibilità di operare con qualsiasi ambiente e apparato VNF, controller SDN, orchestrator o white box di terze parti.

“Siamo estremamente orgogliosi di aver ricevuto questo ambito riconoscimento. Abbiamo avuto notevoli riconoscimenti dal mercato per la dimostrata capacità innovativa e il valore unico che il toolbox vCPE fornisce ai service providers, soprattutto per quanto riguarda la disponibilità delle reti, l’automazione, la sicurezza e la connettività WAN”, ha commentato Ilan Tevet, VP Marketing e Business Development in RAD.

 

Un approccio alla Virtualizzazione aperto e flessibile

 

Il riconoscimento ottenuto, ha osservato Meregalli è il risultato di continue attività di ricerca e sviluppo che hanno avuto l’obiettivo di permettere la realizzazione di reti in modo semplice e adattabili facilmente alle esigenze di fornitori di servizi a valore aggiunto e degli utilizzatori alle prese con la digital transformation.

Nel tempo, RAD ha espanso il suo portfolio di soluzioni di rete geografica con nuove funzionalità di software defined WAN, con l’obiettivo ulteriore di consolidare e rafforzare la propria posizione di fornitore di soluzioni per reti di accesso nel campo delle reti virtuali.

In pratica, alla base dell’approccio RAD c’è un sistema operativo carrier class unico per tutti gli uCPE del suo portfolio.

Tramite questa e altre funzionalità e caratteristiche delle soluzioni RAD, i cui prodotti sono distribuiti e supportati in Italia come accennato da CIE Telematica, osserva l’azienda, diventa possibile realizzare una integrazione soft con qualsiasi orchestratore di servizi di rete, disporre di una Service Assurance per quanto concerne WAN e VNF (Virtual Network Function), disporre di dispositivi ”pluggable” atti a semplificare il rollout a livello globale direte e servizi nonché controllare i dispositivi di rete tramite RADview e un apposito portale.

 

Esempi di rete

Esempi di rete

Approccio aperto alla virtualizzazione e containerizzazione

 

Ampie le possibilità che si aprono in termini di funzioni virtuali atte ad arricchire i servizi di rete. Ad esempio, ha illustrato l’azienda, è possibile incorporare nel dispositivo RAD come l’ETX 2i/2V, soluzioni SD-WAN di terze parti come Riverbed, Cloudgenix , nuagen networks o Citrix.

Il sistema operativo per i virtual CPE (vCPE-OS) abilita anche diverse possibilità di implementazione di VNF basate su software (ad esempio sotto forma di virtual machine o di container), così come ampie possibilità per quanto concerne PNF (Physical Network Function) basate su hardware, e questo sia sotto forma di hardware integrato che sotto forma di dispositivo “pluggable”.

L’alleanza per le NFV

 

Il riconoscimento ottenuto è anche il risultato delle sue alleanze basate sulla D-NFV Alliance (RAD’s Distributed NFV Alliance), un ecosistema di sviluppatori di applicazioni e di fornitori di funzioni virtuali per reti che indirizza il mercato Enterprise, così come venditori di soluzioni di orchestrazione che forniscono software di gestione di reti e funzioni su base end-to-end, dal cloud alla sede dell’utente.

Una volta che le varie applicazioni sviluppate sono state testaste e approvate da RAD, vengono rese disponibili ai service provider su scala mondiale tramite le piattaforme vCPE in modo da abilitare una espansione dei servizi offerti al mondo Enterprise e alle SMB.