Allianz Partners e gli Innovation Center il digitali

Allianz Partners ridefinisce il settore assicurativo con nuovi approcci indirizzati a viaggi, salute e assistenza

Il primo Innovation Center con cui Allianz Partners ha scelto di puntare sul digitale risale al 2014 ed era focalizzato sull’automotive. Partendo a questa esperienza la società del settore assicurativo ha organizzato altri tre nuovi Innovation Center dedicati a viaggi, salute e assistenza. Si tratta di strutture basate su team interfunzionali che lavorano con partner esterni, al fine di ideare, testare e implementare processi, prodotti e modelli di business innovativi, sfruttando le opportunità delle tecnologie digitali. Una vera e propria rivoluzione per il settore.

Entrando un po’ più in dettaglio, osserviamo che l’Innovation Center Viaggi , secondo quanto comunicato da Allianz Partners, è stato progettato per “digitalizzare il customer journey dei viaggiatori al fine di migliorare l’experience anche in situazioni spiacevoli. Per esempio, i viaggiatori che patiscono un ritardo in stazione o in aeroporto, potranno contare su un prodotto assicurativo proattivo, che avvia automaticamente i rimborsi.Viaggi

L’Innovation Center Salute, invece, si occupa di creare avanzati servizi per la vita e la salute. Un settore in rapida crescita, che vede il lancio di servizi quali il controllo dei sintomi, al fine di prevenire potenziali rischi per la salute. Per esempio attraverso uno strumento online che aiuta il paziente a valutare la sintomatologia o, più avanzato, un servizio, in via di sviluppo, basato su una piattaforma video di consultazione a distanza.

Smart Home e l’intelligenza artificiale

Il terzo innovation center è stato implementato per sviluppare soluzioni avanzate in ambito Digital Risk e Smart Home. A esso fanno capo anche le competenze e i progetti pilota in campi come Intelligenza Artificiale, Chat e Voicebot e Blockchain.

In particolare, fanno sapere da Allianz Partners, un recente successo è relativo al lancio di un progetto pilota per la soluzione di pagamento mobile e programma fedeltà Allianz.

Queste novità si aggiungono all’Innovation Center Automotive di Allianz Partners, ormai ben consolidato e riconosciuto anche grazie al lavoro realizzato in collaborazione con le case automobilistiche. Progetti affermati sono stati realizzati in aree cruciali, quali le auto connesse, , l’ E-Mobility, la guida autonoma (per esempio EasyMile) e il car sharing (Car2Go) e, inoltre, un prodotto assicurativo basato sulle abitudini di guida con i marchi automobilistici Seat e Opel.

«Il lancio dei nuovi Innovation Center rappresenta ancora una volta una esplicita affermazione dell’impegno di Allianz Partners a rendere disponibili per i propri clienti i vantaggi e le potenzialità della rivoluzione digitale», ha dichiarato Paola Corna Pellegrini, Amministratore Delegato di Allianz Partners in Italia, che evidenzia: «Questi centri internazionali per l’innovazione ci permettono di raccogliere e mettere a frutto il meglio delle esperienze e delle competenze accumulate nei tanti paesi del mondo nei quali operiamo. Combinate con le più recenti innovazioni tecnologiche, queste conoscenze ci consentono di sviluppare nuovi prodotti e soluzioni in grado di adattarsi alle esigenze dei diversi mercati e di garantire a chi sceglie Allianz Partners supporto, protezione e sicurezza ovunque sia e sempre più in tempo reale».

Il mercato assicurativo sta affrontando la trasformazione digitale e deve sfruttare al meglio le tecnologie emergenti per servire una clientela sempre più esigente e “connessa”.

Dan Assouline, Chief Market & Digital Officer di Allianz Partners, sottolinea come la l’azienda, grazie alla combinazione unica di assicurazione, servizio e tecnologia, rafforzi ulteriormente il proprio impegno per l’innovazione. Jacob Fuest, Head of Innovation di Allianz Partners aggiunge concludendo: «I clienti sono al centro di tutte le innovazioni e trasformazioni di Allianz Partners. Siamo orgogliosi dei nostri prodotti più recenti e continueremo a concentrarci su questo percorso, con una spinta ancora più decisa quest’anno e in quelli a venire».

Gaetano Di Blasio ha lavorato presso alcune delle principali riviste specializzate nell’ICT. Giornalista professionista, è iscritto all’ordine dei giornalisti della Lombardia ed è coautore di rapporti, studi e Survey nel settore dell’ICT. Laureato in Ingegneria.