Mobilità sicura e sostenibile a Firenze grazie a Sirti

Sirti ha realizzato i sistemi trasmissivi e informativi. gli impianti semaforici e il posto centrale di comando per la gestione integrata  del sistema tranviario fiorentino

 

La Mobilty non è solo quella permessa dal telefonino, ora smartphone, pur importante. Prima viene quella dell’individuo e a questo, per i cittadini fiorentini, ci ha pensato Sirti , specializzata nella realizzazione di sistemi ad alto contenuto tecnologico. La società ha contributo alla realizzazione del prolungamento della linea 1 della Tramvia di Firenze, inaugurata nelle scorse settimane.

L’opera, lunga circa 4 km e costituita da 12 fermate, da Firenze SMN fino all’ospedale di Careggi, è un esempio concreto di sviluppo del trasporto pubblico locale sostenibile e tecnologico.

Sirti si è occupata, in particolare, della realizzazione chiavi in mano di tutti i sistemi trasmissivi e informativi, del sistema di bigliettazione, degli impianti semaforici e parte dei sistemi di grande contenuto tecnologico come il Posto Centrale di Comando e Controllo, il ‘’cuore ‘’ della gestione integrata del sistema tranviario.

Quest’ultimo comprende il sistema di telecomando delle Sottostazione Elettriche e della Trazione Elettrica denominato DOTE – Dirigente Operativo Trazione Elettrica – un sistema di governo del sistema di alimentazione per la gestione dell’alimentazione sulla linea, oltre che di un sistema di supervisione degli impianti tecnologici tranviari per la gestione del sistema di TVCC – il sistema di videosorveglianza a circuito chiuso – delle informazioni al pubblico in fermata e delle comunicazioni radio con i tram.

Roberto Chieregati, VP Transportation di Sirti

Roberto Chieregati, VP Transportation di Sirti

“Sirti continua a realizzare sistemi ad alto contenuto tecnologico per il trasporto urbano – oltre che quello ferroviario – grazie alla capacità di system integrator e alle proprie competenze trasversali. Il trasporto pubblico urbano è un elemento importante per lo sviluppo del territorio che richiede grande attenzione agli aspetti legati alla sostenibilità e alla sicurezza. Risultati raggiungibili grazie al miglioramento continuo e allo sviluppo di soluzioni tecnologiche che Sirti ha da sempre come obiettivo primario della propria ricerca”, ha commentato Roberto Chieregati, VP Transportation di Sirti.

Inoltre, grazie al sistema UTC – Urban Traffic Control – è prevista la gestione della priorità semaforica tramviaria che apre un corridoio virtuale, predisposto mediante un’accurata analisi delle previsioni di arrivo dei tram agli incroci, in grado di garantire un sensibile miglioramento dei tempi di percorrenza.

Nell’ambito del progetto sono stati implementati anche altri software dedicati alla gestione centralizzata del sistema di bigliettazione e ai sistemi TVCC di Fermata, mediante un evoluto sistema di video management.