Uomo e robot collaborano nel maneggiare e collaudare le schede dei computer

Fujitsu e KUKA in partnership per sviluppare la collaborazione tra uomo e robot allo scopo di maneggiare e collaudare le schede dei computer

  

La tecnologia  e gli sviluppi nella robotica e nell’intelligenza artificiale stanno ponendo le basi per  l’industria 4.0 del futuro, ma le cui avvisaglie sono sempre  più forti. Un ultimo concreto esempio è l’annuncio relativo ad una collaborazione pionieristica tra Fujitsu e KUKA, società esperta in automazione, che si propone di cambiare il modo in cui le mainboard dei computer vengono fabbricate e collaudate.

Realizzato all’insegna della sicurezza, il progetto, che esemplifica  la vision di  Fujitsu alla co-creazione, prevede che i robot lavorino al fianco dei loro colleghi umani lungo le linee di assemblaggio dei componenti elettronici. Questo avviene presso il centro tedesco Fujitsu Digital Smart Factory di Augsburg, una delle più moderne strutture mondiali, evidenzia l’azienda, per la produzione IT.

La presenza di robot industriali non è una novità ed è largamente diffusa per diversi compiti automatizzati.

In questa sua incarnazione però la collaborazione tra uomo e robot comprende la manipolazione di delicati componenti informatici, un’attività che fino ad oggi era considerata al di là della portata dell’automazione robotizzata.

Per rendere la soluzione più rapidamente disponibile anche ad altri fabbricanti, Fujitsu e KUKA hanno sviluppato una soluzione Industry 4.0 per l’automazione di processo basata su robot, che implementa la manipolazione e il collaudo ad alta precisione delle mainboard.

 

La fabbrica in Germania di Fujitsu

La fabbrica in Germania di Fujitsu

Un nuovo tipo di collega

Nell’installazione in oggetto i robot assistono gli operatori umani nell’ambito di un processo integrato e i robot lavorano al fianco dei “colleghi” umani (non me ne vogliano quest’ultimi) anziché restare limitati a proprie aree separate e delimitate.

I robot sono ad esempio in grado di accorgersi della prossimità dell’uomo e rallentare di conseguenza i propri movimenti per evitare qualsiasi rischio di contatto fisico pericoloso.

La collaborazione inizia con un operatore umano che insegna al robot le azioni di assemblaggio necessarie, guidando manualmente il braccio robotico. Queste azioni vengono quindi assimilate dal robot per mezzo di tecniche di machine learning senza bisogno di alcuna programmazione supplementare.

Una volta completata la fase di addestramento, gli operatori umani si allontanano dagli spazi di lavoro condivisi permettendo ai robot di lavorare dietro barriere di sicurezza virtuali passando alla modalità di funzionamento ad alta velocità per completare attività monotone e ripetitive.

Bruno Sirletti, Presidente e AD di Fujitsu Italia

Bruno Sirletti, Presidente e AD di Fujitsu Italia

«Fujitsu, grazie alla sua esperienza nell’ambito della produzione, vanta conoscenze e tecniche all’avanguardia per migliorare l’efficienza dei processi interni, che poi possono essere offerte anche ad altri produttori. Questa collaborazione tra Fujitsu e KUKA rappresenta un esempio della direzione che abbiamo deciso di intraprendere, con la collaborazione tra uomo e robot che è parte integrante dell’Industry 4.0. Stiamo svolgendo un lavoro pionieristico su un nuovo metodo per assemblare componenti elettronici di precisione in modo da ridurre il bisogno di far compiere attività banali e ripetitive agli operatori umani, diminuire il rischio di possibili difetti di fabbricazione e aumentare i livelli di produzione», ha commentato Bruno Sirletti, Presidente e AD di Fujitsu Italia.

Per portare a termine il progetto i tecnici di KUKA e Fujitsu hanno combinato le rispettive competenze Industry 4.0 con il loro know-how di processo. Successivamente al buon esito di una fase pilota, uno dei robot KUKA per costruzioni leggere è stato integrato nella linea di produzione delle mainboard Fujitsu a fine gennaio 2018 per il test in field e il passaggio in produzione.

A questo primo passo seguirà un progetto per implementare funzionalità di data analytics per esplorare le potenzialità della collaborazione uomo-robot in aree come la manutenzione predittiva e il controllo della qualità, oltre che per valutare nuove opportunità per i modelli di fatturazione a consumo.