Smart-Node assicura la comunicazione di Public Utility e IoT

Smart-Node di RADWIN semplifica  l’installazione, la comunicazione e la gestione di  infrastrutture e dispositivi IoT  di Public Utilities e private

 

Comunicare va bene, si vive e si svolgono le proprie attività lavorative  in un contesto in cui  comunicare e collaborare ovunque e rapidamente è indispensabile. Comunicano gli uomini, gli applicativi e ora anche le macchine sotto forma di  Industry 4.0 e dispositivi IoT che rendono smart gli ambienti  di produzione e sociali in cui tutto questo avviene.

Il problema sorge però dall’eccesso di comunicazione e dai costi che  questo può implicare. In sostanza,  sia a livello privato che pubblico  si è consci che la comunicazione migliora e rende più interessante la vita sociale, rende più controllato e sicuro l’ambiente e contribuisce ad aumentare la produttività, ma quello che  si evidenzia sempre più come indispensabile è il disporre di  soluzioni che rendano tutto ciò semplice, gestibile ed economicamente  praticabile.

Una risposta a questa esigenza è data dalla soluzione Smart-Node sviluppata da RADWIN, una società del gruppo RAD, specializzata in reti di comunicazione fisse e mobili  e rappresentata in Italia da CIE Telematica.

Smart-Node

Smart-Node è una soluzione gestita di comunicazione  per esterni  che permette di  ridurre i costi ed accelerare il roll-out  di infrastrutture per smart city, IoT e progetti di telecomunicazione.  E’ una  soluzione che  racchiude  un’ampia varietà di  modalità di alimentazione e di interfacce di rete, compreso  la fibra ottica e array d tecnologie radio che permettono di connettere  contemporaneamente dispositivi quali videocamere CCTV, Access Point WiFi e sensori IoT di varia natura e complessità.

Obiettivo chiave nel progetto  di Smart-Node è stato quello di renderne possibile l’integrazione  con dispositivi di terze parti  in modo da supportare svariate e contemporanee applicazioni e dispositivi che hanno la necessità di comunicare, applicazioni e dispositivi che possono spaziare  come funzione svolta dalla sorveglianza di ambienti urbani alla gestione intelligente dell’illuminazione, dalla gestione dei rifiuti allo smart metering , eccetera.

Gli ambiti di utilizzo di Smart-Node

La soluzione, che è racchiusa in un case in alluminio  e ha un kit di montaggio in acciaio per montaggio a palo o a parete, è stata ideata per essere installata in ambienti difficili. Ha un fattore di forma compatto per risultare poco invasiva  quando installata a livello stradale e inoltre rispetta lo standard IP-67,  che identifica e qualifica dispositivi totalmente protetti contro la polvere, sabbia e in generale qualsiasi corpo solido di piccole dimensioni. Il range di temperatura operativa va da -40°C a 60°C.

Ridotte le dimensioni, pari a 379(h) x 309(w) x 115(d) mm e contenuto i peso che è di 7.4Kg con alimentazione in AC e di 5.6Kg con alimentazione in DC.

Numerose le interfacce e le alimentazioni

Una caratteristica saliente della soluzione è, come evidenziato, l’ampia disponibilità di interfacce di comunicazione e di alimentazione. A secondo dei modelli è alimentabile  a 100-240V AC o a 40-57V DC.  Per garantirne il funzionamento anche in mancanza temporanea di energia elettrica può equipaggiare  unità UPS da 2,5AH con batterie ioni-litio che assicurano l’alimentazione  allo Smart-Node   per 120W/H o per 240W/0,5H a pieno carico, con il supporto  sia di pannelli solari che di illuminazione stradale.

Come opzioni  prevede anche la possibilità di alimentazione PoE, PoE+ (15W, 30W, 60W), PoE passive (24V/56V),  DC-OUT 12/24V-30W (configurabile ) nonché interfacce interne a 12V e PoE 24V/56V.

Ampie anche le alternative disponibili per la comunicazione in rete. Equipaggia di base interfacce GbE (Switch Gigabt  PoE a 5 porte) e una porta Gigabit SFP (Small Form Pluggable). A queste   si aggiungono opzionalmente  connessioni  cablate e  radio  in fibra (SFP), LAN in rame, Wireless a larga banda RADWIN Point-to-Point e  Point to Multipoint (esterna).

Le interfacce di rete e di alimentazione di Smart-Node

Soluzione di comunicazione aperta  flessibile

La soluzione è stata studiata per semplificare la realizzazione di infrastrutture IoT  e l’integrazione con ambienti e dispositivi di terze parti in modo da  ridurre i tempi di  installazione e passaggio in esercizio di soluzioni complesse quali quelle per  il controllo dell’illuminazione pubblica o privata, la gestione dei rifiuti, la sicurezza pubblica e privata, la rilevazione  e il metering nell’ambito di servizi erogati da public utilities, eccetera.

Il supporto di dispositivi di terze parti include ad esempio gateway IoT (e.g. LoRa, ZigBee, Wi-Fi, Bluetooth), sistemi di calcolo  per analitiche, dispositivi storage, gateway per la cyber security.

Il supporto di terze parti non si limita alla sola interfaccia fisica e di comunicazione ma, tramite spazi fisici interni del dispositivo, si spinge sino a poter ospitar al proprio interno dispositivi di terzi con dimensione massima di 116mm x 160mm x 47mm.

Gestione centralizzata

 Smart-Node  è gestito tramite un sistema di management unificato centrale che permette di monitorare., controllare e configurare da remoto lo stato dell’alimentazione, della rete e degli allarmi dei dispositivi installati sul territorio. Il software  permette di realizzare sia una gestione in locale che da remoto e l’individuazione dei problemi dei dispositivi esterni ed interni.

La gestione può avvenire sia via Web che tramite SNMP MiB (Simple Network Management Protocol – Management information Base) quando necessiti la sua integrazione con sistemi di gestione di livello superiore, ad esempio nell’ambito di ampie infrastrutture di public utility.

A schermo è possibile ad esempio disporre di informazioni dettagliate  sullo stato dell’alimentazione, della batteria o della temperatura di esercizio, e visualizzare la configurazione delle singole porte di rete e del relativo traffico .