L’AI è strategica per il Customer Service e la Smart Enterprise

Customer service, vendite e collaboration sono alcuni degli ambiti in cui l’intelligenza artificiale promette grandi cose. Lo evidenzia una ricerca Ricoh sui dipendenti europei

 

 E’ un dato di fatto, ampiamente dibattuto, che l’innovazione tecnologica ha reso l’intelligenza artificiale uno strumento per il business e gli sviluppi saranno molto positivi.

La tecnologia, in sostanza, pone i dipendenti al centro dell’organizzazione e consente loro di lavorare meglio. In proposito, da una ricerca Ricoh avente come oggetto “Empowering Digital Workplaces”, è emerso come i dipendenti europei siano ottimisti verso gli ambienti di lavoro digitali che favoriscono produttività e smart working. Il 41% pensa che l’automazione dei processi avrà un impatto positivo e il 52% è dello stesso parere in relazione all’intelligenza artificiale.

L’intelligenza artificiale può ad esempio portare notevoli vantaggi in aree quali il customer service, le vendite e la collaboration.

Se gli esseri umani si differenziano dai robot per la capacità di provare empatia, per cui nelle aziende le persone continuano ad avere un ruolo cruciale nelle interazioni con i clienti, di certo però, osserva   Edward Gower-Isaac, Vice President, Business Process Services di Ricoh Europe, l’intelligenza artificiale può migliorare il customer service, consentendo ad esempio di analizzare elevati volumi di dati e di ricercare rapidamente informazioni.

I vantaggi sono notevoli ad esempio nella gestione della priorità delle chiamate, per cui un cliente può essere immediatamente indirizzato all’operatore più indicato e questo riduce ovviamente i tempi di attesa. Idem per le richieste via e-mail perché i testi vengono analizzati

Un mondo smart

Ma non è solo quello del customer service un’area promettente per l’AI. Nelle aziende la smart collaboration ricopre un ruolo sempre più fondamentale nella creazione di un business agile e innovativo.

L’intelligenza artificiale è in grado di semplificare la collaborazione aumentando efficienza e produttività. Si pensi ad esempio alle lavagne cognitive Ricoh basate su IBM Watson che “partecipano” attivamente alle riunioni essendo in grado di rispondere a comandi vocali, di prendere appunti e di tradurre.

Le tecnologie per l’analisi dei dati in tempo reale aiutano a prendere decisioni più rapidamente e in modo più efficace.

Gli effetti della rivoluzione digitale e le opportunità generate dall’innovazione avranno quindi un impatto notevole nelle aziende. L’intelligenza artificiale – che poteva sembrare un futuro fantascientifico – è sotto i riflettori cambiando di fatto, osserva il manager, la fisionomia di molti processi e consentendo di comprendere le informazioni per ricavarne il massimo valore per il business.