Fujitsu lancia la generazione dei Thin Client “FUTRO”

La gamma comprende il primo modello FUTRO Thin Client con autenticazione “PalmSecure” e con capacità multimediali per videoconferenze e “screen-sharing”

   
Fujitsu ha annunciato la nuova generazione di Thin Client “FUTRO” ottimizzati per installazioni in ambito  enterprise su vasta scala, dotati di miglioramenti in termini di flessibilità, prestazioni e sicurezza.

I quattro nuovi modelli, disponibili da dicembre 2017, comprendono anche il Thin Client “FUTRO Q940 PalmSecure Appliance”, il primo dispositivo a integrare l’esclusiva tecnologia di autenticazione biometrica Fujitsu basata sulla mappa venosa del palmo della mano. I nuovi modelli sono disponibili con “eLux” e “Scout Enterprise Management Suite” oltre che con “Windows 10 IoT Enterprise”.

Come accennato, il FUTRO Q940 è il primo thin client Fujitsu dotato di tecnologia PalmSecure integrata per la rilevazione della mappa venosa della mano. PalmSecure aggiunge un ulteriore strato di sicurezza a quelli convenzionali per aiutare a salvaguardare dati critici, confidenziali e di valore.

Per autenticarsi con PalmSecure, gli utenti registrati devono posizionare la mano al di sopra del sensore contactless. Oltre all’impiego in ambienti Single Sign-On (SSO), PalmSecure può fornire un metodo supplementare di verifica dell’utente per applicazioni enterprise e dati sensibili.

Un’altra novità della gamma è rappresentata dai modelli ultracompatti FUTRO S540 e S740, con uno chassis di 0.87 litri di volume, e dal sistema FUTRO S940, il primo Fujitsu FUTRO Thin Client a includere sia un alimentatore interno che un’opzione Power over Ethernet (PoE), due accorgimenti che riducono il numero di componenti presenti sulle scrivanie degli utenti.

Il FUTRO S940 può essere dotato di un connettore USB Type-C (per connessioni USB ad alta velocità) e di una scheda grafica opzionale che consente di lavorare in configurazione multi-monitor.

Tutti i quattro nuovi modelli FUTRO, ha evidenziato Fujitsu, rispondono alla crescente diffusione dell’utilizzo di strumenti di collaborazione e di comunicazione multimediale mettendo a disposizione livelli più alti di potenza di calcolo e prestazioni.

I dispositivi comprendono capacità multimediali atte a implementare il supporto immersivo di applicazioni di UCC come “Skype for Business” sull’edizione con Windows 10 Enterprise IoT e “Cisco VXME” e “Avaya” su eLux.

«I thin client sono eccellenti per gli ambienti informatici nei quali esiste un elevato grado di centralizzazione come enti pubblici, banche, assicurazioni e call center. La nuovissima gamma FUTRO, più compatta e potente che mai, offre significativi passi avanti in termini di sicurezza e di capacità multimediali. Per quanto riguarda le prestazioni, la maggior parte degli utenti non si accorgerà nemmeno di utilizzare qualcosa di diverso dal classico PC», ha dichiarato Ruediger Landto, responsabile del “Category Management” per i “Client Computing Devices” di Fujitsu EMEIA.